Aprite gli occhi: “Los Intocables” di Erik Ravelo

Erik Ravelo, artista cubano, nato nel 1979 a L’Avana. Tra i principali componenti dell’agenzia di comunicazione visiva “Fabrica”. Avevamo già sentito parlare di lui nel 2011, con la campagna”Unhate” per Benetton, in cui attraverso espedienti digitali ha rappresentato uomini “potenti” come Barack Obama, Nicolas Sarkozy, Hu Jintao, Angela Merkel e Papa Benedetto XVI, colti mentre si baciano sulla bocca, un progetto “pacifista” che ha suscitato numerose polemiche.

Torna nuovamente a far parlare di se, con una “scottante” campagna, capace di attirare l’attenzione dello spettatore, quasi a provocarlo, spingendolo a riflettere, sui diritti negati ai più piccoli.

Los Intocables”, bambini vittime della società consumistica, una serie di sette fotografie, in cui l’artista rappresenta “bambini crocifissi”. Non viene proposta la croce tipica della tradizionale iconografia, ma è rappresentata attraverso uomini che sono il simbolo del male nel mondo sui più piccoli.

Una denuncia contro il traffico di organi, contro la guerra, la pedofilia, il turismo sessuale, gli incidenti nucleari.

Ogni bambino crocifisso per un motivo diverso, il pagliaccio di McDonald’s simbolo dell’obesità infantile, il turismo sessuale denunciato attraverso la figura di un tipico turista con una camicia esotica e macchina fotografica a seguito, lo scandalo dei preti pedofili rappresentato con un prelato di spalle, gli incidenti nucleari come Fukushima in Giappone, il medico “assassino” simbolo del traffico di organi.

Ravelo riesce ad accattivarsi lo spettatore, attraverso immagini cruenti, lo porta ad aprire gli occhi, a riflettere su una società che sembra cadere sempre più nell’oblio, dove a pagarne le conseguenze sono sempre i bambini, gli innocenti, che passano sempre più inosservati, in una società troppo “disattenta” per rendersi conto di quanto i bambini siano INTOCCABILI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...